Tornerà in pista oggi pomeriggio, Robert Kubica. Dopo Sergey Sirotkin, in pista ad Abu Dhabi al mattino, nella seconda e ultima giornata di test Pirelli. Sarà l’ultima uscita al volante, prima di una decisione attesa, l'annuncio della coppia piloti del prossimo anno, sulla quale in Williams non anticipano nulla. Indiscrezioni dicono servirà ancora qualche settimana, prima di Natale sapremo se sarà Kubica a far coppia con Stroll nel 2018.

Nell'attesa, non lesina complimenti per il lavoro portato avanti martedì, Paddy Lowe: «Robert ha svolto un gran lavoro, siamo molto contenti del numero di giri fatti e di come ha girato. E’ un pilota di enorme esperienza e molto competente, che abbiamo ammirato quando ha corso in Formula 1». Ha risposto alle voci che dicevano guidasse con una sola mano, ovviamente smentendole, Kubica.

Soddisfatti della prima giornata di test in Williams, Lowe si è pronunciato anche sull’interrogativo diffuso: Kubica è in grado di gareggiare senza alcuna difficoltà? «Non c'è alcun problema, è pienamente in grado di correre un week end di gara». Il test sulle nuove gomme Pirelli è servito per raccogliere dati e sensazioni su una monoposto che non è stato possibile modificare tanto quanto avrebbe voluto Kubica nell’assetto, come ha raccontato a fine giornata. Raffronti tra compound 2018 e con le mescole utilizzate quest'anno, saggiate già in estate, con Renault, all'Hungaroring.

«Si tratta di un test di gomme ed è stato davvero fantastico lavorare con Robert e Lance, per esaminare le nuove proposte del prossimo anno. Abbiamo girato con tutte le mescole, eccezion fatta per le Hard e Super-Hard, anche in riferimento alle soft e ultra-soft 2017.

Alfa Romeo sarà title-sponsor Sauber 2018

E’ stato affascinante poter avere il feedback sulle gomme e, nel caso di Robert, abbiamo avuto un confronto con la macchina 2014 anch’esso molto interessante», ha aggiunto Lowe, abbottonato, invece, su altre prospettive che non interessino l’attualità: «Non sto parlando di prossimi passi da compiere. Dovevamo testare e comprendere le gomme sulla macchina e Robert è un pilota fantastico per dare un contributo a questo processo».

Kubica, 100 giri di soddisfazione ad Abu Dhabi