Si rifarà (finalmente) il trucco, il paddock del Gran Premio del Canada e l'intera area destinata ai box. La società di gestione del parco Jean Dreapeau ha svelato i primi rendering del progetto, in grado di incrementare gli spazi destinati al pubblico fino a 5.000 posti, dagli attuali 1.800. Accorperà spazi oggi posti in unità diverse. Si tratta di un intervento a lungo richiesto dalla FOM, per un gran premio tra gli eventi più partecipati dell'intero calendario. Il costo della realizzazione sarà di 48 milioni di dollari, con il contributo prevalente (30 milioni di dollari) garantito dalla Città di Montreal, 18 milioni, invece, dal  ministero per gli Affari municipali. 

I lavori inizieranno solo dopo l'edizione 2018. A marzo verrà assegnato l'appalto e gli interventi di rifacimento della struttura inizieranno a luglio, per completarsi ad aprile 2019, in tempo per il GP del Canada solitamente in calendario a giugno. 

La nuova palazzina dei box sarà su tre livelli, il primo destinato ai box, agli spazi della direzione gara e dello staff; alle spalle dei box si ammoderneranno le hospitality dei team. Podio, ulteriori hospitality, sala stampa e direzione gara verranno collocate al primo piano; secondo piano, invece, con terrazza e altre hospitality.

Il rifacimento del paddock a Montreal inizierà a 30 anni di distanza dagli ultimi interventi: l'attuale palazzina dei box risale, infatti, al 1988. L'ispirazione stilistica ha cercato di riprodurre elementi dell'Expo del 1967, nel dettaglio, attraverso l'intelaiatura del soffitto, che richiama la struttura della Biosfera. Costruzione che disporrà anche di pannelli solari posti sul tetto in legno.