Caduta di stile, per Lewis Hamilton. E, quando arriva di fronte a una platea di 5,7 milioni di follower Instagram è un attimo a innescare le polemiche. Il quattro volte campione del mondo finisce nel mirino per le considerazioni fatte sul regalo di Natale ricevuto dal nipote. Video rimosso, nel quale Lewis si diceva triste e rivolgendosi al nipote, aggiungeva: «Guardate mio nipote. Perché sei vestito con un abito da principessa? E' quel che hai ricevuto per Natale? Perché hai chiesto un vestito da principessa?». Nipote ignaro delle allusioni di Lewis e candidamente felice del regalo: «Perché è bello».

«I ragazzi non vestono da principesse», la spiegazione di Hamilton. Considerazioni inopportune e per nulla politically correct, che hanno attirato critiche diffuse, parole apparse discriminatorie, alle quali il campione ha provato a rimediare con la rimozione del video e un successivo, lungo post di scuse su Instagram, pubblicato nella giornata di Santo Stefano.

«Ieri stavo giocando con mio nipote e mi sono reso conto delle mie parole inappropriate, così ho rimosso il post. Non avevo cattive intenzioni e non intendevo offendere nessuno. Sono contento che mio nipote si senta libero di esprimere se stesso, come tutti dovremmo fare. Le mie scuse più sincere per il mio comportamento, poiché mi sono reso conto che non è accettabile per nessuno essere emarginato o catalogato secondo stereotipi. Ho sempre sostenuto chiunque viva la propria vita esattamente nel modo in cui desidera e spero mi possa essere perdonato questo errore di giudizio».