Prima accensione, un rito. La power unit M09 EQ Power+ che prende vita, il progetto dei 1.000 cavalli in vista, da mettere in campo accanto a garanzie di affidabilità mai come quest'anno così impegnative da assicurare. Mercedes ha completato la scorsa settimana il rito, un video consente di prestare l'orecchio a un sound che gli appassionati attendono da oltre due mesi. Astinenza lunga ancora 20 giorni, prima dei test.

Andy Cowell ha anticipato come si tratti di un progetto del tutto nuovo, sul quale confluiranno i concetti esplorati nel 2017 per confermarsi power unit di riferimento, anche con i più stringenti limiti al consumo d'olio in camera di combustione e le relative caratteristiche chimiche, dettagliate dal Regolamento tecnico all'articolo 20. Prestazioni, affidabilità e, soprattutto efficienza da continuare a inseguire, perché – come spieghiamo sul numero di Autosprint in edicola – l'incidenza delle novità aerodinamiche e l'adozione dell'Halo (elemento di disturbo dei flussi indirizzati verso l'airscope) avrà una ripercussione indiretta anche sui consumi.

Sterzi a parte: McLaren & Alonso, adesso o mai più

A due settimane dal debutto della Mercedes W09 EQ Power+ a Silverstone, oltre l'accensione della power unit va registrato il nuovo accordo commerciale firmato con Tommy Hilfiger. Persa la sponsorizzazione, storica in Formula 1, di Hugo Boss, "trasferitosi" in Formula E, Mercedes vestirà Hilfiger e, tanto sulle monoposto quanto nei box, troverà spazio il bianco, rosso e blu del brand americano. Per certi versi arriva un po' di casa Stroll a Stoccarda, essendo Lawrence Stroll il finanziatore di quel Tommy Hill che diede vita al brand poi diventato Hilfiger negli anni Novanta e fenomeno globale di moda.