Tra le varie presentazioni delle nuove monoposto per la stagione F1 entrante, se ce n'è una che ha attirato molto interesse non solo per la macchina in sé ma anche per la livrea, è quella della nuova Alfa Romeo Sauber F1 C37. Rispetto all'annuncio pubblico di inizio dicembre, quando alla presenza anche di Sergio Marchionne venne presentata la collaborazione tra il team di Hinwil e la Casa del Biscione, cosa è cambiato?

I colori sono rimasti sostanzialmente quelli già fatti vedere, con il cofano dominato dal rosso e il bianco per il resto della carrozzeria (halo compreso), più l'aggiunta degli ultimi sponsor quali Carrera, Kappa e Richard Mille. Su tutti spicca comunque il logo dell'Alfa Romeo, per adesso "main sponsor" ma in futuro ben più coinvolta anche dal punto di vista tecnico. Naturalmente il profilo differente della parte anteriore (raffrontandolo alla vecchia Sauber utilizzata a dicembre) offre un diverso colpo d'occhio.



Rispetto ad altre monoposto già viste in questo inizio d'anno agonistico, si notano il musetto dotato di "narici" laterali (un'interpretazione leggermente differente rispetto a quanto visto in proposito sulle Force India degli anni scorsi) nonché le pance con prese d'aria molto strette. Particolare anche la presa d'aria per il motore, con orecchie ben distinte a inizio cofano, che anche in questa interpretazione presenta una pinna meno estesa oltre a una coda piuttosto rastremata. Pure in questo caso troviamo supporti "stile DTM" per l'ala posteriore e una serie di deviatori subito davanti ai pontoni, mentre è la prima volta nelle presentazioni che viene utilizzato un profilo aggiuntivo sull'halo. Similmente a quanto già visto sulla Toro Rosso dello scorso anno, inoltre, sono stati riposizionati più in alto i giunti delle sospensioni sul mozzo.

Vedremo come si comporterà questa vettura una volta nelle mani dei piloti ufficiali Marcus Ericsson e Charles Leclerc, nei test della prossima settimana a Barcellona, a partire dal 26 febbraio.