Cinquantotto tornate al mattino per Valtteri Bottas, una sessione pomeridiana con Lewis Hamilton al volante. Riparte da qui Mercedes, prima giornata di test a Barcellona, con una monoposto che non aveva certo bisogno di rivoluzionare il progetto 2017 e ha limitato all'essenziale l'evoluzione visibile, almeno per il momento. Finiscono sotto i riflettori altri protagonisti, al ritorno in pista della Formula 1, i tanti chilometri di scuderie (e motoristi), incappati lo scorso anno in una miriade di guai affidabilistici. E colpisce, subito, la velocità superiore delle monoposto 2018. Nuovo asfalto a Barcellona, la naturale evoluzione dei progetti, le gomme di mescola più morbida a parità di “colore”. Nel freddo del Circuit di Catalunya, i primi giri scaldano l'animo degli appassionati, aspettando che si faccia sul serio, che conti solo il cronometro, a Melbourne.

Primi commenti registrati in casa Mercedes dalla voce di Toto Wolff, condottiero che ha l'obbligo di operare per confermare la monotonia vincente delle Frecce d'Argento: «Dalla prospettiva del tifoso capisco assolutamente che si faccia il tifo per la squadra sfavorita, vuoi che ci sia maggior variabilità, più piloti e squadre in grado di vincere, dà pepe a ogni sport. Ma non sto seduto sulla staccionata, sono responsabile di Mercedes e voglio far bene, per il marchio e per il nostro team, è per questo che do il mio meglio per conquistare il successo». Bottas chiude il primo giorno di lavoro nell'ufficio W09 con 1'20”349, a 2 decimi al mattino dal miglior tempo di Ricciardo. Solo 25 passaggi, a un'ora dal termine della sessione, invece, per Lewis Hamilton. «E' stato un avvio affidabile, è difficile dare un giudizio perché fa molto freddo e tutti pensano a raccogliere dati e scoprire come andare avanti. E' interessante vedere che ci sono un paio di macchine che sono state in grado di realizzare tempi veloci stamani, ci aspetta una stagione divertente», commenta Wolff.

La diretta dei test a Barcellona

La Mercedes W09 si è svelata senza l'effetto-wow, se non in termini inversi: la sorpresa per quanto sia simile alla W08: «L'anno scorso credo avessimo la macchina più veloce, in termini di pole position e vittorie, siamo stati molto solidi. Detto ciò, è necessario restare fedeli al concept iniziale, seguire la tua strategia e fare quel che è giusto, ed è quanto abbiamo fatto».