Esce dalla Federazione internazionale per approdare a Maranello, non da subito, ma dal prossimo 20 settembre. Laurent Mekies, dopo un anno nel ruolo di vice di Charlie Whiting e quattro nel ruolo di Direttore della sicurezza per la FIA, torna a far parte dell'organigramma di un team. Tra il 2003 e il 2014 in Minardi prima e Toro Rosso poi, con un percorso che lo ha visto prima Ingegnere di pista, poi capo Ingegnere, fino a Responsabile delle prestazioni del veicolo, ultima posizione (tra il 2012 e il 2014) in Toro Rosso. Incarichi che tratteggiano l'area nella quale troverà posto in Ferrari, dove riporterà a Mattia Binotto.

L'esperienza in Federazione descrive un profilo diverso da quello, ad esempio, di Marcin Budkowski, capo del Dipartimento tecnico FIA e altra figura che ha scelto, lo scorso ottobre, di cedere alle sirene dei team. Passaggio in Renault accompagnato da non poche polemiche, visto il bagaglio di conoscenze e segreti che la posizione rivestita in FIA gli aveva assicurato.

Una nota della Federazione segnala come Mekies smetterà la divisa del governo del motorsport a fine giugno, fino ad allora continuerà a essere Direttore della sicurezza, tuttavia – e il caso Budkowski insegna – con effetto immediato cesserà ogni incarico correlato alla Formula 1, non sarà più interessato dalle questioni legate alla categoria e viene dimissionato dal ruolo di vice Direttore di corsa.