Era uno dei più delusi anche stavolta, Kimi Raikkonen, nonostante la prima fila ottenuta. Il fatto è che dopo essere stato spesso davanti al compagno di squadra, anche nel primo run delle Q3, alla fine non è riuscito a piazzare la zampata vincente per la pole come invece era riuscito a fare a Montecarlo l'anno scorso. Il finlandese ha lamentato di essere stato ostacolato nel giro decisivo, in particolare dalla Renault di Carlos Sainz (che nell'occasione si è lamentato con i suoi box per essere stato avvertito troppo tardi dell'arrivo di Kimi).

Infatti è così che Raikkonen ha commentato subito dopo aver ottenuto il secondo posto di partenza: «Il mio ultimo run non è stato perfetto; c’era traffico e non siamo riusciti a migliorare. Non ci siamo messi nella condizione di fare del nostro meglio». In ogni caso la situazione generale è favorevole e soprattutto Kimi ha un buon feeling con l'attuale sospensione anteriore: «La macchina era veloce, solo non abbiamo sfruttato al massimo la situazione. Sono sicuro che potevamo fare di meglio. Ad ogni modo partiremo da una buona posizione. Sono un po’ deluso oggi, ma è così che vanno le cose».

Restano quindi intatte le ambizioni per la gara: «Domani è un altro giorno e dovremmo avere una buona macchina per la gara; speriamo in un risultato migliore. Il punto chiave sarà la gestione degli pneumatici; sarà difficile per tutti. Cercheremo di fare del nostro meglio e io andrò più forte che posso». E considerando che "meglio" del secondo posto c'è una sola posizione, possiamo facilmente intuire con che spirito Kimi affronterà la gara domani.