Dopo un anno e mezzo di collaborazione, si separano le strade di Jorg Zander e di Alfa Romeo-Sauber. Una scarna nota diramata dal team annuncia l'interruzione immediata del rapporto, avviato nel novembre del 2016. La decisione giunge a pochi giorni dal gran risultato ottenuto in Azerbaijan da Charles Leclerc e segue altri movimenti nell'area tecnica del team, ultimo dei quali l'ingaggio di un nuovo capo del reparto aerodinamico, Jan Monchaux, col quale Zander aveva già lavorato in Audi Sport.

E proprio sul fronte del rafforzamento dell'organigramma e dell'organizzazione interna si è concentrato il lavoro del tecnico tedesco in questi 18 mesi, che hanno visto l'arrivo anche di Luca Furbatto, responsabile del progetto. Una monoposto, la C37, che ha portato a ottenere già 10 punti Ericsson e Leclerc, che dovrà ricevere, adesso, i necessari aggiornamenti per reggere il passo dello sviluppo che tutte le scuderie introdurranno a partire dal Gran Premio di Spagna.

«Vogliamo ringraziare Jorg Zander per il suo impegno e gli auguriamo il meglio per il futuro e ogni successo. Finché una nuova organizzazione non verrà annunciata, i vari responsabili dei dipartimenti e gli attuali capi del progetto continueranno a lavorare allo sviluppo della C37 e della monoposto 2019 con la supervisione di Frederic Vasseur», specifica la nota Alfa Romeo-Sauber.

Si chiude, così, la seconda parentesi di Zander in Sauber, dopo l'esperienza tra il 2006 e 2007.