Daniel Ricciardo ride. O meglio, ride ancor più del solito. L'australiano, al pari del compagno di squadra Max Verstappen, ha confermato la prevista velocità Red Bull sul circuito cittadino di Montecarlo. Perlomeno in vista delle qualifiche di sabato, dal momento che le Ferrari hanno mostrato un ottimo passo gara. 

Comunque la scuderia marchiata Aston ha dato segnali incoraggianti e lo Smiling Killer, che durante le libere 2 ha fatto segnare il record ufficioso della pista, al termine della doppia sessione ha confermato quanto visibile dall'esterno: “Questo circuito è bellissimo e con le hypersoft è anche molto veloce. Ho avuto buone sensazioni”. 

Tuttavia, realismo o scaramanzia lo si scoprirà sabato, Ricciardo tiene a precisare: Abbiamo buone opportunità di fare la pole ma penso che Ferrari sarà molto veloce sabato, sarà una grande battaglia”. 

Alla quale parteciperà di certo anche la Mercedes. E Ricciardo non si fa troppe illusioni anche sulla competitività delle W09 di Hamilton e Bottas, tenendo presente quanto sia Rosse sia Frecce d'Argento abbiano dimostrato durante le prime gare stagionali di poter crescere dal venerdì (o giovedì come in questo caso) al sabato. 

Anche Christian Horner, team principal Red Bull ha invitato alla calma durante l'usuale conferenza stampa dedicata ai team: “No significa molto, ciò che posso dire è che il circuito quest'anno è molto veloce. Il nuovo asfalto ha decisamente migliorato il tempo sul giro e questo è incoraggiante. Inoltre entrambi i piloti sembrano a loro agio in macchina. Ma come si è già visto altre volte è al sabato che si manifesta la nostra debolezza. In gara abbiamo sempre una macchina forte, mentre in qualifica tendiamo a soffrire. Speriamo che questi rettilinei corti ci offrano maggiori chance”. 

Avere una macchina veloce è, ipse dixit, per Ricciardo una condizione necessaria per prolungare il contratto con Red Bull. Horner non dà percentuali al riguardo ma sottolinea: “Siamo molto, molto felici con Daniel e desideriamo che rimanga con noi anche il prossimo anno”.