La solidità e costanza Renault sembrava delineare un’impronta chiara al mondiale Costruttori, la corsa al quarto posto che è quanto di meglio possano ambire a ottenere le scuderie dietro Ferrari, Mercedes e Red Bull. Eppure, i cedimenti tecnici sofferti dalla power unit transalpina lasciano più di un interrogativo sul fatto che sia davvero una partita già scritta. Metà campionato alle spalle, ancora 11 gare da disputare. Ci sarebbe una Haas dimostratasi veloce spesso, troppe volte sforzi vanificati da errori dei piloti. Naviga a 19 punti da Renault e conserva 2 punti appena su una Force India che, nel confronto con la VF-18, è risultata decisamente meno brillante.

Il team di Vijay Mallya continua a essere al centro di indiscrezioni legate a un passaggio di proprietà. Ciclicamente torna il nome di Lawrence Stroll, già circolato lo scorso anno quale possibile interessato a rilevare la squadra. Mallya a Silverstone ha escluso che al momento ci siano offerte da valutare e, al tempo stesso, non ha allontanato categoricamente la possibilità che si possa negoziare la cessione della squadra dinanzi a un’offerta importante.

Sulla monoposto nelle mani di Perez e Ocon – interessantissimo l’equilibrio di punti, 25 il francese contro i 24 di Checo – sono arrivate diverse novità tecniche nella prima metà di stagione, da ultima una nuova ala anteriore, e i frutti del pacchetto si sono visti a Silverstone con un Ocon arrivato in scia di Hulkenberg e davanti a Fernando Alonso. Perez a strappare un punticino, in una gara compromessa dall'errore in partenza.

La squadra crede ancora nella possibilità di lottare per la quarta posizione e si prepara a una Hockenheim sulla carta tra i circuiti favorevoli: «Sono contento d’aver salvato un punto lo scorso week end a Silverstone, dopo una gran rimonta. L’obiettivo principale per la Germania è di correre un week end lineare, se riusciremo a massimizzare le prestazioni possiamo essere davanti nella lotta di metà gruppo.

Sterzi a parte: F1 da urlo su tracciati tristi. Ha senso?

Resta ancora tanta strada da fare, 11 gare, e molto in palio. Stiamo trovando un po’ di prestazione in più a ogni gara e penso possiamo ancora puntare al quarto posto nel campionato», racconta Sergio Perez.

Sensazioni positive sul rendimento recente della Force India registrate anche da Ocon: «Mi sento pronto per le ultime due gare prima della pausa estiva. Nelle ultime gare abbiamo trovato prestazioni di squadra con risultati importanti e voglio correre due belle gare prima di andare in vacanza. Penso che il week end in arrivo possa essere positivo per noi, la pista dovrebbe essere adatta alla macchina per la presenza dei lunghi rettilinei e di curve lente, sarà un’occasione per ottenere più punti».

Hockenheim, Vettel per la prima Hamilton per il record