"E' stata una delle qualifiche più difficili che ricordo. Per tutto l'anno continua a diventare sempre più dura". Lewis Hamilton si conferma il re della pioggia, infilando la 78a pole position in carriera, la quinta a Spa, approfittando di uno scroscio d'acqua ad inizio della decisiva Q3 del GP del Belgio.

A Lewis resta però forte il dubbio che in una sessione completamente asciutta a prevalere sarebbe potuta essere la Ferrari. "Non so se senza pioggia loro avrebbero fatto sicuramente la pole, eravamo molto vicini anche nel Q2, a mezzo decimo, quindi speravo di poter fare quella piccola differenza. Loro erano velocissimi sul rettilineo, poi e' arrivata la pioggia e sono uscito in curva 1 ed era come andare sulle uova, perché anche se nelle ultime gare era molto bagnato qui e' stato piuù difficile. Nessuno di noi aveva guidato sotto la pioggia in questo weekend quindi non riesco a spiegare quanto fosse difficile. Sono uscito due volte di pista e sono contento di essere riuscito ad ottenere la pole. Spa è una pista incredibile, è fantastico guidare qui"