Il Tempio aprirà le porte da domani, consueto programma del week end, Gran Premio d’Italia al via con le parole del giovedì, prima di andare in pista. Fuori dal Tempio c’è lo spettacolo portato a un metro dal pubblico, il festival della Formula 1 in centro, a Milano, piloti e monoposto (della stagione in corso, tranne Sauber, con la C32 del 2013) vicini come mai in un week end di gara.

Scena tutta per i ferraristi, accompagnati da una Sauber che gioca in casa grazie al blasone portato da Alfa Romeo e dai due piloti Toro Rosso. «Non ho contato tutte le volte che ho corso a Monza… è fantastico per tutti i tifosi vedere le macchine di quest’anno correre davanti a loro, nella patria della Ferrari. Per me è normale guidare, è grandioso per i tifosi, il tempo è bellissimo, ci sono tante persone, si divertiranno», le parole di un Kimi Raikkonen insolitamente loquace, voglioso di cancellare una due giorni da dimenticare, a Spa-Francorchamps, tra qualifica e primi metri in gara, prima che venisse centrato da Daniel Ricciardo. «Sicuramente avremo tanto sostegno, è la nostra gara di casa, speriamo di poter regalare loro un gran risultato, spingeremo al massimo. Spero che il risultato finale sia diverso da quello dello scorso week end in Belgio».

La vittoria di Vettel domenica scorsa è il prologo ideale per presentarsi a Monza con le credenziali giuste per confermarsi e ridurre ancora il divario nelle due classifiche iridate: meno 17 nei Piloti per Vettel, meno 15 la Ferrari da Mercedes. «Spero faremo un bello show qui e anche questo week end a Monza, con questa Ferrari penso potremo fare una bella gara. Questo week end in Italia, per noi e tutta la squadra, è molto emozionante, anche per un tedesco come me», racconta Seb.

Speriamo di correre una bella gara, anche per Kimi: a Spa è stato un po’ sfortunato; come ho detto, con questa Ferrari possiamo vincere», racconta Seb. «Esibizioni come quella di oggi non le facciamo tutti i giorni, qui in Italia è la prima volta e lo è quest’anno per noi (il Formula 1 Festival ha già fatto tappa a Shanghai e Marsiglia; ndr)».

Esibizione cittadina con CID da compilare per Seb, causa toccata alla rotonda e ala anteriore danneggiata. Imprevisti da road show che regalano comunque un sorriso al pubblico. «Ho chiesto scusa, colpa mia perché sono andato con il volante di Kimi che ha la frizione sull'altra parte e non ci ho pensato, poi sono arrivato un po' più veloce e...

C'è un sacco di gente, poi fare i tondi è bellissimo e per questo ho chiesto se potevamo cambiare l'ala anteriore e fare altri due giri lì. Ovviamente è stato un errore mio ma credo vada bene così, hanno detto che devo pagare, ok, offrirò a tutti una birra.

Questa gara di Monza per noi è come un campionato, sono molto contento di andare a Monza e spero che con la nostra macchina potremo fare molto bene, sono sicuro che tutti i tifosi sono con noi».