Finalmente arriva il momento di Antonio Giovinazzi. Sarà accanto a Kimi Raikkonen nel 2019, al volante dell’Alfa Romeo-Sauber.

«Sono felicissimo di approdare nel team Alfa Romeo Sauber, è un sogno che si realizza», le prime parole del pilota di Martina Franca, che venerdì sarà al volante della monoposto di Marcus Ericsson nelle prove libere 1 a Sochi, prima di restituire la monoposto al pilota svedese. La scelta del team elvetico indica inequivocabile il ruolo sempre più forte che il brand Alfa Romeo va a ricoprire a Hinwil.

«Da italiano è un grandissimo onore rappresentare un marchio storico e di successo come Alfa Romeo nel nostro sport. Vorrei ringraziare la Scuderia Ferrari e il team Alfa Romeo Sauber F1 per darmi questa grande opportunità. Sono motivatissimo e non vedo l’ora di iniziare a lavorare per ottenere grandi risultati insieme», ha aggiunto Giovinazzi.

Raikkonen-Giovinazzi è una dichiarazione d’intenti sul 2019 che vuole giocare Alfa Romeo Sauber. L’esperienza di Kimi, il talento di Bon Giovi. Assistiti da una struttura tecnica in grado di produrre un netto miglioramento delle prestazioni negli ultimi 12 mesi e con il potenziale per progredire ancora.

Marcus Ericsson viene retrocesso al ruolo di terzo pilota e ambasciatore del team, lo svedese che pure poteva contare su stretti rapporti con gli investitori intervenuti lo scorso anno a salvare un team in gravi difficoltà finanziarie.

Il ruolo cruciale del brand Alfa Romeo è non a caso sottolineato da Frederic Vasseur, che spiega: «Siamo felicissimi di svelare l’accoppiata di piloti 2019. Abbiamo firmato con Kimi Raikkonen, un pilota di altissima esperienza che contribuirà allo sviluppo della macchina e accelererà i progressi di tutto il team.

Insieme con Alfa Romeo siamo lieti di dare il benvenuto ad Antonio Giovinazzi, che prenderà il posto di Charles Leclerc. Abbiamo già avuto occasione di lavorare insieme a lui in passato e ha dimostrato di avere un grande potenziale. Siamo molto determinati e motivati, il nostro obiettivo è di continuare a progredire e lottare per le posizioni che contano».

Parole del team principal da legare a quelle degli ultimi giorni, quando ha espresso chiaramente come Raikkonen non fosse il nome “in quota Ferrari” che spetta a Maranello in seno ad Alfa Romeo Sauber. Lo è Antonio Giovinazzi, che dopo le uscite nel corso dei venerdì di prove libere al volante della monoposto di questa stagione tornerà a respirare l’aria del week end da titolare dopo le due uscite del 2017, quando corse in Australia e in Cina al posto dell’infortunato Pascal Wehrlein.

Antonio che, su Instagram, ha esternato la gioia per un sogno che si realizza: «Quando da bambino mi chiedevano cosa volessi fare da grande, la mia risposta era: il pilota di F1. Oggi, quello che sognavo da bambino si realizza e dal prossimo anno avrò l’onore di essere pilota del team Alfa Romeo Sauber.

Mi aspetta una nuova sfida da affrontare con impegno, passione e sacrificio, ma la consapevolezza che qualunque obiettivo si può realizzare quando sei disposto a dare tutto il tuo impegno e le tue energie. Lo farò. Lo farò per tutte le persone hce hanno creduto e credono in me. Melbourne ci aspetta! #italiaisback #dreamcome true».