Dall’accoppiata tutta russa che si prospettava fino a poche settimane fa in Williams, all’annuncio dell’ingaggio di George Russell per il 2019. Un accordo pluriennale consentirà al pilota del vivaio Mercedes di debuttare in Formula 1, in una scalata al vertice iniziata nel 2014 con la vittoria del campionato di Formula 4 inglese, passata per due stagioni in Formula 3 europea (miglior campionato nel 2016, terzo), proseguita con il debutto in GP3 nel 2017 (con vittoria finale) e l’attuale campagna di Formula 2, destinata a chiudersi ancora con una vittoria all’esordio.

Quell’accoppiata Sirotkin-Markelov che veniva indicata quale altamente probabile in vista del 2019 ha ricevuto un brusco stop con i problemi legali che hanno coinvolto il padre di Artem Markelov, subito dopo il Gran Premio di Russia.

Secondo le ultime voci di mercato, al nome di Russell potrebbe affiancarsi quello di Robert Kubica. Uno scenario, tuttavia, che escluderebbe Sirotkin, supportato dal munifico sponsor SMP Racing.

Quanto a Russell, Mercedes riesce nell’intento di offrire un’opportunità in Formula 1 a un pilota del proprio junior team. Nelle ultime settimane, in merito alla possibilità di correre nel 2019 con la Williams, unica chance rimasta e alternativa a un anno sabbatico, Esteban Ocon aveva ammesso l’esistenza di trattative senza però nulla di definito.

“E’ un grandissimo onore arrivare in un team del prestigio e della tradizione della Williams. La Formula 1 è stato il sogno di una vita, da quando guardavo le gare da bambino ed è surreale adesso essere in griglia, accanto a piloti che ho ammirato per anni”, ha commentato Russell, 20 anni compiuti lo scorso febbraio. “Vorrei ringraziare Claire e tutti alla Williams per la fiducia posta in questa decisione, così come Toto e la Mercedes per il supporto fantastico che mi hanno garantito in GP3 e Formula 2.

Sono eccitato all’idea di iniziare a lavorare a Grove e compiere i primi passi da pilota di Formula 1, non vedo l’ora arrivi Melbourne e di unirmi alla Williams per l’inizio di quello che tutti crediamo sarà l’avvio di un avvincente nuovo viaggio”.

Dall’ambiente Williams, Claire ha sottolineato ancora la fiducia riposta dal team nei giovani talenti e ha aggiunto: “E’ un pilota già altamente considerato nel paddock e abbiamo seguito la sua carriera già da un po’. Nel tempo trascorso con lui finora, crediamo sia una fantastica aggiunta al team. Il suo impegno, passione e dedizione sono esettamente quel che ci serve".