Il primo passo dell’avventura ferrarista 2019, Charles Leclerc, lo compie ad Abu Dhabi, da titolare. Test sulle nuove gomme Pirelli, presa di contatto con le mescole che ritroverà in gara a Melbourne. Tra dieci giorni appena i team conosceranno i “numeri” che Pirelli schiererà all’Albert Park e che saranno gomma Soft, Media e Hard. Una giornata trascorsa senza grandi inconvenienti, fatta eccezione per un pezzo di carrozzeria perso al mattino, che non ha impedito al pilota monegasco di mettere insieme 135 giri.

“Naturalmente ero emozionato, perché guidare una Ferrari è un’emozione e perché era arrivato, per me, il giorno che aspettavo da tanto tempo senza sapere se mai si sarebbe realizzato”, racconta Leclerc.

“Sono contento di questo e del lavoro fatto: abbiamo svolto tutto il nostro programma, concentrato sulle prove comparative di pneumatici di questa e della prossima stagione”. Il tempo di riferimento, è giunto con gomma “mescola 5”, equivalente della Hypersoft 2018: 1’36”450. Ieri, Vettel, dai dati diffusi da Pirelli, aveva staccato l’1’36”812 con Hypersoft.

F1 Test Abu Dhabi, mescole Pirelli 2019 alla prova

Prima della prestazione era importante leggere il comportamento delle nuove mescole e, ancor di più, lavorare con un team che ha già respirato da pilota dell’Academy – quella FDA che registra l’uscita di Massimo Rivola, destinazione MotoGP con Aprilia -.

“Per me era importante anche conoscere meglio il team, pur se tante persone non erano del tutto nuove, vista la mia esperienza con la Ferrari Drivers Academy. Nelle prossime settimane cercherò di lavorare per essere al meglio della condizione e imparare da tutto il team e dal mio compagno di squadra. Non vedo l’ora che inizi la prossima stagione”, ha aggiunto Leclerc.