Sono passati cinque anni da quel tragico incidente sugli sci sulle Alpi dell'Ala Savoia, cinque anni da quando la vita di Michael Schumacher è stata stravolta dalle lesioni cerebrali conseguenti alla caduta.

Il prossimo 3 gennaio il kaiser compirà 50 anni e la Scuderia del Cavallino Rampante ha deciso di fare al suo campione un regalo. Nelle sale del Museo Ferrari verrà inaugurata una mostra, fatta in collaborazione con la Fondazione Keep Fighting.

“Michael 50” è l'omaggio che Maranello ha voluto dare al suo pilota più vincente. L'asso di Kerpen ha segnato un'epoca ed è entrato nella storia della Ferrari a suon di record. Nei suoi anni a Maranello, tra il 1996 e il 2006, ha vinto 5 Mondiali Piloti, ha contribuito in maniera decisiva a sei Mondiali Costruttori per la Rossa, vinto 72 gare ed è andato a podio 116 volte. Numeri che hanno creato il mito, non solo per i tifosi della Ferrari, ma per tutti gli appassionati di Formula 1.

Nelle Sale del Museo sarà possibile rivivere quelle stagioni formidabili che hanno reso leggenda il 7 volte Campione del Mondo. Ma per la Ferrari, Schumi non è stato solo F1. Il tedesco ha dato un contributo allo sviluppo delle vetture GT nei suoi anni a Maranello, come pilota e successivamente come consulente e la mostra metterà in risalto anche questo aspetto un po' meno famoso.