Altro Tapiro di Striscia sotto l’albero di Natale della Ferrari. Cambiano le dimensioni, rispetto al maxi-formato recapitato dalla trasmissione satirica nel 2017, resta però la delusione per un campionato nato sotto i migliori auspici e concluso ancora senza il titolo mondiale. Maurizio Arrivabene ha ricevuto il “dono” da Valerio Staffelli e ha commentato: E’ piccolino e vuol dire che abbiamo fatto meglio rispetto all’anno scorso.

Quest’anno siamo partiti bene, pensavamo di cantarle alla Mercedes ma a fine campionato ce le hanno cantate loro. Però, però, ce le han cantate solo all’ultimo”.

C’è la leggerezza di un periodo dell’anno di apparente calma, in realtà denso di attività in fabbrica, per affinare il progetto che scopriremo il 15 febbraio e Arrivabene prosegue: “Il motore spingeva e sempre ha spinto, infatti male, il motore, non è andato. Abbiamo fatto cose belle, cose un po’ meno belle, perché ci tenevamo molto a vincere il tapiro…

L’anno prossimo però lo diamo volentieri alla Mercedes. Hamilton è simpatico, però se l’anno prossimo arriva secondo non piange nessuno”.