Il percorso di sviluppo della power unit Honda 2019 seguirà un percorso diverso rispetto al recente passato. La collaborazione con gli specialisti austriaci di AVL Racing è stata interrotta, come confermato da Helmut Marko ad Auto Bild, assicurando come il nuovo scenario non inciderà sui progressi e la competitività del progetto nipponico.

Struttura all’avanguardia nel campo delle simulazioni computerizzate, dell’ingegneria, fino alla manifattura nel settore automotive, dai rumours emersi tra AVL Racing e Honda gli attriti sarebbero sorti relativamente alla direzione da seguire sullo sviluppo del powertrain. A essere ridimensionato sarà anche il coinvolgimento di Mario Ilien, la cui collaborazione esterna con Honda - avviata nel 2017 - avrebbe dovuto produrre soluzioni definitive all’eccesso di vibrazioni del motore termico, un limite allo sviluppo delle massime prestazioni.

F1, in Ferrari è rivoluzione: Binotto prende il posto di Arrivabene

Marko ha spiegato come l’intervento autonomo di Honda abbia trovato una soluzione al problema, “sono state avviate delle misure appropriate”. L’interruzione della partnership con AVL non preoccupa il gran capo Red Bull, certo cheHonda ha già sopravanzato Renault e andrà ancora meglio nel 2019”.

Niki Lauda ricoverato a Vienna