La metamorfosi McLaren prosegue. In attesa di scoprire la metamorfosi prestazionale che saprà produrre la MCL34, Zak Brown annuncia l’ingaggio, provenienza Porsche Motorsport, di Andreas Seidl. Ingegnere tedesco a capo delle operazioni in gara relativamente al progetto LMP1 della casa di Stoccarda, ha rifiutato la direzione del reparto corse Porsche per raccogliere la nuova sfida, in quello che è un ritorno in Formula 1, dopo la lunga parentesi in BMW prima (2000-2006) e BMW Sauber fino al 2009.

Quali compiti avrà Seidl? Sarà il diretto responsabile delle operazioni Formula 1, direttore esecutivo di McLaren F1, sopra di sé avrà il board di McLaren e Zak Brown. La riorganizzazione della struttura organizzativa del team di Woking ha registrato nei mesi scorsi profondi cambiamenti, tanto nell’area tecnica che nelle figure presenti al muretto, dove Gil de Ferran ricopre il ruolo di team principal.

Non è stata definita una data entro la quale Seidl diverrà operativo nel nuovo ruolo, l'insediamento è genericamente indicato “nel corso del 2019”. Prossimi mesi nei quali diverrà operativo anche James Key, responsabile dell’area tecnica il cui approdo in McLaren viene indicato in primavera.

Siamo lieti che Andreas si unisca a McLaren per dirigere il nostro programma tecnico e operativo in Formula 1. E’ uno straordinario ingaggio per noi su due fronti: primo, rappresenta un altro importante passo nel piano di recupero delle prestazioni in Formula 1 e impegno a lungo termine. Secondo, la concentrazione del programma F1 in una figura leader esperta è parte integrale della strategia sul lungo periodo di McLaren Racing, rivolta all’espansione in altre forme di competizioni motoristiche (Indycar e WEC due categorie su tutte; ndr)”, ha commentato Zak Brown.

“Andreas è un leader dalle grandi doti, con un curriculum di successi in ogni progetto nel quale è stato coinvolto e non vedo l’ora di lavorare con lui”.

Quanto a Seidl, ha aggiunto: “E’ un enorme privilegio e al tempo stesso una sfida, che sono pronto ad affrontare. È qualcosa di speciale avere l’opportunità di contribuire alla tradizione McLaren, ha la visione, la leadership e l’esperienza ma, cosa più importante, McLaren ha le persone per tornare davanti e questo sarà il mio obiettivo assoluto, la mia missione”