Nel prossimo week end a Città del Messico va in scena la Corsa dei Campioni edizione numero 30. Manifestazione unica nel suo genere che mette insieme piloti di F.1, dei Rally, Indycar, Nascar passando per gli specialisti di Endurance Gt e Turismo ogni volta propone un menù davvero ricco.

Sarà così anche quest’anno con particolare riferimento alla Nations Cup dove detentrice della coppa è la Germania grazie a René Rast e Timo Bernhard. Germania che dal 2008 al 2012 aveva dominato senza sosta grazie ad una coppia impossibile da battere, composta da Vettel e Schumacher. L’attuale ferrarista si era poi ripetuto nella Nations Cup, in solitaria, nel 2017 mentre nel 2016 aveva fatto sua la ROC per piloti singoli.

Ebbene, l’edizione messicana ci regalerà una coppia assolutamente inedita per il team Germania: avremo infatti il ritorno di Vettel mentre il suo compagno sarà niente che po’ di meno Mick Schumacher. Sì, proprio lui, il figlio di Michael. Si va così a ricomporre una più che suggestiva coppia nella Nation ROC dove Mick cercherà di riprendere con Sebastian quel filo spezzato qualche anno fa.

Vettel non sarà l’unico pilota di F.1 che vedremo al via nel Mondiale 2019. Proprio nei giorni scorsi è stata annunciata la presenza di Pierre Gasly, neo compagno di squadra di Verstappen in Red Bull. Il percorso è stato ricavato all’interno del circuito di Città del Messico, che tradizionalmente ospita la F1, in quel tratto finale denominato Foro Sol, in cui altissime tribune circondano la pista e dove al termine dei Gp avviene la premiazione.

Il programma è quello standard, con le sfide ad eliminazione per la ROC Nations Cup (sabato) e poi per la ROC dei singoli piloti che si terrà domenica. Il campione in carica è David Coulthard (sarà presente anche in Messico) che dodici mesi fa si è imposto nell’evento tenuto a Riad, in Arabia Saudita, e che già aveva vinto alle Barbados nel 2014.