Bottas e Vettel, due piloti destinati a un mondiale 2019 difficilissimo. Previsioni a senso unico o quasi, Valtteri col fiato sul collo di Ocon, Vettel a soffrire la pressione di Charles Leclerc.

Teoriche verità invernali, da verificare alla prova della pista, Bottas e Vettel determinati a prendersi un personalissimo riscatto sulla critica. Aspettando i verdetti di Melbourne, Jenson Button carica di significati il confronto Vettel-Leclerc, convivenza dalla quale nascerà il futuro del pilota tedesco, con il contratto in scadenza a fine 2020. Dopo sarà tempo di bilanci e di scrivere le prossime pagine della propria carriera in Formula 1.

Il confronto con un giovane arrembante, veloce e di talento come Leclerc è di gran lunga più impegnativo della stagione affrontata accanto a Daniel Ricciardo, accompagnato da previsioni di rendimento del tutto diverse da quelle espresse su Leclerc. 

Formula 1 2019: Bottas, propositi di riscatto

“Ci sono così tante cose da seguire quest’anno, dai due giovani inglesi in arrivo, George e Lando, all’arrivo di Charles Leclerc accanto a Sebastian Vettel in Ferrari.

Credo sia un’atmosfera molto diversa per Sebastian in Ferrari rispetto a quando era in Red Bull. Forse c’è più pressione, vedremo come la affronterà quest’anno. Sarà una stagione importante per Sebastian: quando Daniel Ricciardo arrivò in Red Bull, fu un anno difficile, Daniel mise tanta pressione. E, se quest’anno riuscirà a farlo Charles, sarà una decisione complicata per Sebastian capire dove andare in futuro, cosa fare”, commenta Button a Sky Sports.

Alonso: vincente senza precedenti, dopo Indy obiettivo rally

“È un anno importante per lui, sono certo sente la pressione e vedremo come la reggerà. Sebastian è un pilota dalle doti incredibili, velocissimo; Charles si presenta come un ragazzo così spensierato, molto rilassato e il team si affezionerà: talvolta questo colpisce l’altro pilota.

Coccolare Leclerc e far sentire importante Vettel che, è innegabile, affronta un passaggio centrale della propria carriera. Dovrà cancellare le troppe istantanee di un 2018 spesso imperfetto, zittire gli scettici e, per farlo, servirà un mix di velocità e visione ampia sul progetto mondiale. 

L'editoriale del direttore: un weekend di grande motorsport