Due gare su tre edizioni disputate a regalare colpi di scena e un Gran Premio di Baku movimentato. In Azerbaijan, la Formula 1, continuerà a correrci fino al 2023, dopo l’estensione del contratto siglata da Chase Carey e Arif Rahimov. Non era nella lista di eventi in scadenza di contratto imminente, garantendo l’accordo siglato con Bernie Ecclestone l’organizzazione fino al 2020. Il prolungamento, triennale, giunge a una settimana dalle critiche mosse dalla FOPA, documento dal quale i promoters di Baku hanno preso le distanze, come anche altri organizzatori di gran premi.

“Siamo molto felici di aver rinnovato l’accordo che vedrà il Gran Premio di Azerbaijan in calendario per molti anni a venire. In poco tempo, questa gara è diventata una delle più popolari dell’intera stagione, ha prodotto sempre corse ravvicinate e spettacolari”, ha commentato Carey.

Il debutto nel 2016 avvenne sotto le insegne di Gran Premio d’Europa e si rivelò una corsa piuttosto noiosa, tra i muretti del lungo tracciato tra le strade della capitale, passaggio nella città vecchia compreso. Arrivò con una sovrapposizione di date con la 24 Ore di Le Mans non casuale; volontà, allora, di Ecclestone, di riportare l’attenzione sulla Formula 1 in un momento di splendore dell’Endurance.

Tra Liberty Media e gli organizzatori non mancarono scambi di battute distanti dalle odierne parole di apprezzamento, come quando, nel 2017, Greg Maffei criticò la gara di Baku, “rea” di non apportare nulla alla costruzione del brand F1 se non un cospicuo assegno per organizzare l’evento. Commenti che, allora, Rahimov bollò come “ignoranti”.

Nel 2017 e nel 2018 i colpi di scena in gara non sono mancati, tra tamponamento di Vettel a Hamilton – e ruotata annessa – in regime di Safety Car, fino all’epilogo dello scorso anno, la foratura di Valtteri Bottas e la vittoria di Hamilton. La prossima edizione del Gran Premio è fissata in calendario il 28 di aprile.

“Questa è una giornata di vero orgoglio per tutti noi, gli ultimi anni sono stati un sogno che diventa realtà per tutte le persone di Baku, abbiamo visto crescere il week end di gara da una semplice idea in uno dei week ned più avvincenti e spettacolari nella storia della Formula 1. Abbiamo già ospitato alcuni dei momenti iconici dello sport, vorrei estendere la mia particolare gratitudine al signor Carey e tutta la Formula 1 per essersi dimostrati amici della nostra gara.

Il nuovo accordo consentirà alla gara di massimizzare gli introiti commerciali attraverso attività maggiori di coinvolgimento dei tifosi e un nuovo approccio sulle sponsorizzazioni, per attivare il business locale e regionale con la piattaforma globale della Formula 1”, ha aggiunto Rahimov, a.d. della società organizzatrice il GP.

“L’estensione del contratto non è mai stata in dubbio e siamo lieti di restare in questo splendido sport almeno per altri 5 anni.