Una Silverstone per due, che sia di buon auspicio per un mondiale a tre voci, sperano in Red Bull. Nel giorno della presentazione della W10, riflettori che si spostano e inquadrano la RB15, primo progetto della nuova era Red Bull-Honda, chiamato a dare concretezza a tutte le ambizioni e slanci di fiducia invernale. Power unit Ferrari e Mercedes da agganciare per potenza e affidabilità durante l’anno, un avvio nel quale potrebbe essere più difficile valere i migliori riferimenti.

Verstappen e Gasly la coppia nuova, al volante di una Red Bull RB15 diversissima nella livrea, che abbandona il giallo dell’energy drink e sposa una grafica tutta rosso e grigio sulla tradizionale base blu. Sebbene sia una soluzione esclusiva, unica, anticipano da Milton Keynes.

Non delude nei particolari di rottura con il passato, a cominciare da un'originale interpretazione dell’S-Duct, molto esposto e posizionato nell’area del Vanity Panel, adesso con uno scalino particolarmente pronunciato, rispetto alla soluzione vista sulla RB14.

Arriva la lettura stile-Mercedes delle appendici accanto al muso, unite ai turning vanes, mentre l’area davanti alle pance si caratterizza per dei “baffi” allungati fino ai piloni laterali.

Modifiche sostanziali nelle aperture accanto al cockpit, apparentemente più compatte e, soprattutto, con una zona inferiore delle fiancate molto scavata, in modo simile a quanto ottenuto fino al 2018 con la power unit Renault. In continuità con la RB14 sono le soluzioni per l’ancoraggio degli specchietti – con supporti verticali spostati nella parte interna anziché esterna – e le ali accanto al cockpit, davanti alle prese di raffreddamento.

In aggiornamento