Completare uno shakedown è, per molti team, un lusso. Williams ha annullato il run previsto a Barcellona sabato, Renault è impegnata in una corsa contro il tempo per girare sempre sabato, così, registrare i primi chilometri anche per la Haas VF19 è un segnale positivo perlomeno sulla tempistica del progetto 2019. Dopo Toro Rosso (Misano) e Alfa Romeo Racing (Fiorano), restando ai team di seconda fascia, anche la squadra statunitense avvia la preparazione in vista dei test di lunedì prossimo.

È toccato a Romain Grosjean tenere a battesimo la VF19 e sarà il pilota francese il primo a calarsi nell’abitacolo lunedì mattina, in un programma che vedrà Kevin Magnussen girare nella giornata di martedì, mentre mercoledì e giovedì i due titolari si alterneranno con Pietro Fittipaldi, nuovo terzo pilota (guiderà al pomeriggio del 20 febbraio e al mattino del 21).

Programmi, come sempre accade nelle sessioni di test invernali, soggetti a variazioni dell’ultimo minuto, spesso conseguenti a intoppi nel chilometraggio programmato con un pilota in una determinata giornata, da recuperare nelle successive.

Ferrari SF90 F1 2019: varie innovazioni anche stavolta

Così, la pianificazione anche del secondo turno di prove invernali a Barcellona vale quale generica indicazione di un programma che dovesse filare perfettamente liscio: Magnussen, Grosjean, Magnussen, Grosjean, questa l’alternanza prevista dal 26 febbraio all’1 marzo.