A Barcellona arriva Fernando Alonso e catalizza tutte le attenzioni, più di quanto non faccia il miglior tempo di Lando Norris, in 1’17”709, nella prima giornata della seconda sessione sulla McLaren con gomma C4.

L’inglese si è reso protagonista di due interruzioni con bandiera rossa, una al mattino – per una perdita di pressione dal sistema idraulico – la seconda al pomeriggio. Ha completato 80 giri, dai quali ha ricevuto indicazioni di un miglioramento rispetto alla prima sessione di test.

Ogni raffronto, in un “centro-gruppo” che Sergio Perez ha anticipato avrà connotati diversi rispetto allo scorso anno e ancora più competitivo, va rinviato a scenari di confronto alla pari. “Nel complesso è stata una buona giornata, pur non avendo girato quanto avremmo voluto. Abbiamo migliorato leggermente la macchina dalla scorsa settimana, soprattutto sui long run, perciò andiamo nella giusta direzione, il che è positivo. È importante continuare a farlo”, ha commentato Norris.

“In generale mi sento più preparato, adesso ho un’ultima sessione in macchina, giovedì, per ultimare ogni cosa prima dell’Australia”.

Segui la diretta dei test a Barcellona

Alle indicazioni del pilota inglese si sommano quelle di Fernando Alonso. Presente a Barcellona per un evento con uno sponsor del team, ha raccontato come stiano lavorando per capire e risolvere alcuni problemi di gestione delle gomme.

“Sfortunatamente non abbiamo completato tutti i giri che avevamo in programma, a causa di piccoli problemi. Nonostante tutto, il bilancio è di una giornata positiva.

L'analisi della giornata: primi veri intoppi per Ferrari e Mercedes

Siamo riusciti a completare del lavoro importante, in preparazione dell’Australia, relativamente allo sviluppo e la comprensione della monoposto, nonché nel preparare Lando per il suo debutto in un gran premio”, ha aggiunto il ds Gil de Ferran.