Ancora novità in casa Alfa Romeo, nella seconda giornata di test a Barcellona. Sulla C38 sono apparse una serie di pinne accanto allo sfogo dell’S-Duct, quattro elementi ricurvi verso l’esterno, là dove Mercedes ha provato due appendici singole, a L. La giornata di Kimi Raikkonen ha registrato un programma di lavoro rivolto all’ottimizzazione dell’assetto. 

“Come da prassi la settimana scorsa non abbiamo fatto molto lavoro sul set-up, ma oggi abbiamo provato un sacco di cose, per valutare le reazioni al variare di alcune componenti”, ha dichiarato a motorsport.

A dire degli avversari, la lotta a metà schieramento è attualmente più serrata che mai e lo stesso Ricciardo ha ammesso come i distacchi tra i vari team siano talmente ristretti che appare ancora difficile indicare un chiaro team in vantaggio. Alfa Romeo ha ben impressionato sin dalla prima settimana e Kimi ha confermato, “la macchina in pista ha funzionato bene, confermandosi subito ben bilanciata”.

Resta ancora un’altra sessione, venerdì, prima di chiudere la preparazione invernale e ritrovare la C38 in Australia, su un circuito completamente diverso dal Montmelò, un cittadino da interpretare con assetti diversi ed esigenze tecniche diverse. L’accento soprattutto sui freni, sulla trazione, il minor impatto dell’aerodinamica.

Segui la diretta dei test a Barcellona

“Proveremo a sistemare le cose nel modo in cui pensiamo sia meglio adesso, fare il nostro programma e vedere cosa otterremo in Australia", ha proseguito Kimi. "Ogni pista è diversa, soprattutto l’Australia, perciò abbiamo bisogno di farci un’idea del set-up".