Anche se è solo venerdì e domani con le qualifiche forse la musica sarà diversa ci sono due Ferrari davanti a tutti alla fine delle prove libere del Gp del Bahrain. Le SF90 di Sebastian Vettel e Charles Leclerc dettano il passo davanti agli occhi dell’amministratore delegato Louis Carey Camilleri che rimarrà a Sakhir per tutto il week end al fianco di quei ragazzi in rosso che a Melbourne hanno visto davvero il mondo capovolto.

È il momento di fare squadra. Un concetto molto caro al Ceo del Cavallino che davanti ai microfoni di Sky F.1 ha raccontato il momento che sta attraversando la Rossa. "Penso che la forza del team è che sono tutti sereni e questo è importantissimo e soprattutto penso che abbiamo capito quasi tutto quello che è successo in Australia. Dunque spero che in questo week end le cose andranno meglio".

Alla domanda di Mara Sangiorgio di Sky: Ma c’è la sensazione che bisogna già dimostrare qualcosa questo week end e che abbiate la macchina per vincere? Camilleri ha risposto: "In Ferrari c’è sempre questa sensazione. Penso che l’importante sia che in ogni gara facciamo meglio, con serenità e che tutti lavorino insieme con trasparenza, ma credo che arriviamo. Ma gli altri sono forti, eh!, però siamo positivi. Penso che in passato c’era troppa pressione e quando c’è troppa pressione le cose iniziano a farsi difficili. Dobbiamo vincere e perdere insieme: è così che deve essere nel futuro". 

E a proposito di futuro all’amministratore delegato è stato chiesto del test che lunedì prossimo Mick Schumacher effettuerà sulla Ferrari. "Vogliamo capire il suo potenziale. - ha spiegato Camilleri - Ha dimostrato di essere forte e dargli un’opportunità così visto che fa parte della famiglia da quando è nato. Vedremo… Un passo dopo l’altro».

Infine uno sguardo anche alle nuove regole in vista del 2021. La Ferrari cosa ne pensa? "È un’esagerazione dire che è una semplificazione delle regole - ha concluso l’amministratore delegato del Cavallino - Siamo tutti in discussione, non c’è ancora nessun accordo e tutti pensano liberamente. Ma spero per la F.1 che arriviamo a un accordo anche se ci sono in mezzo tante cose complicate".