La candidatura della Haas a quarta forza della griglia, prende sempre più corpo dopo le qualifiche del GP del Bahrain. Entrami i piloti hanno centrato la Q3, con Magnussen che scatterà dalla sesta piazza, alle spalle di Verstappen, con il suo 1:29.017 e Grosjean, autore dell’ottavo tempo (1;29.249).

Analisi qualifiche

A rovinare solo in parte la giornata di ieri, la penalità affibbiata proprio al pilota francese reo, in Q1, di aver ostacolato Norris mentre il pilota della McLaren si stava preparando per il suo giro veloce.

Mossa costata 3 posizioni in griglia e un punto sulla suprelicenza. E al pilota della VF19 #8 la cosa non è andata giù perché, come ha dichiarato a fine turno, ha rallentato la McLaren per colpa di Vettel!

Vettel non ha rispettato le regole

“Vettel ha fatto un disastro, perché non ha rispettato quella nostra regola non scritta di non superarsi prima dell’ultima curva quando ci si sta preparando per il giro cronometrato”.

“Ha passato tutta la fila, si è messo davanti a me e così mi ha costretto ad attendere altri tre o quattro secondi prima di lanciarmi. Non potevo prevedere la sua manovra e purtroppo pensavamo di non essere d’intralcio a Norris ed ecco perché non mi hanno comunicato che lui stava per iniziare il giro veloce”.

Poi, passando all’analisi della prestazione pura, Grosjean ha concluso dicendo: “Penso che possiamo essere felici di aver messo entrambe le vetture nella top 10. Sembra che siamo i più stabili, in termini di prestazioni a centro gruppo il che è positivo. Domani dovrebbe essere una gara divertente. Sarà lunga, ci sarà tanto caldo, bisognerà stare attenti al degrado delle gomme. Speriamo di portare punti a casa”.

Pena troppo severa

Magnussen, sebbene contento per la sua prestazione, si è schierato dalla parte del suo compagno di team perché, se la penalità in griglia si può accettare, il punto sulla superlicenza no.

Risultati e Classifica

“Parlando delle cose positive, per noi è fantastico qualificarsi così vicino a una Red Bull. Abbiamo dimostrato che come squadra lavoriamo insieme abbastanza bene. Abbiamo avuto un problema con Romain, lo hanno penalizzato tre posizioni in griglia e un punto. Se vuoi discutere della posizione della griglia, questa è una cosa, ma il punto della sua licenza è inaccettabile. Non aveva nulla a che fare con tutto questo, è stato un malinteso con il team. Partiremo dalla sesta e undicesima posizione, proveremo a fare del nostro meglio e recuperare le posizioni perse a causa degli steward”.