Gara numero 1.000 del Mondiale, gara di ricorrenze da celebrare anche per Red Bull. Il Gran Premio di Cina, del prossimo 14 aprile, segnerà i 10 anni dal primo successo del team di Dieter Mateschitz. Subito doppietta, Vettel-Webber. Serviranno nove anni al team per ritrovare l’affermazione a Shanghai, 12 mesi fa con Ricciardo, non senza una fondamentale neutralizzazione con Safety Car a strappare il successo dalle mani di Valtteri Bottas.

Pista sulla carta favorevole a Red Bull, certamente alla RB14 di un anno fa, allora azzoppata da una power unit Renault in debito di cavalli e affidabilità, oggi supportata da un buon motore Honda ma rallentata da un telaio e un’aerodinamica da rivedere.

CURVA 1 AL MAX STRESSA LA GOMMA ANTERIORE

Si è lavorato a tal proposito, nella due giorni di test alle spalle. E l’appuntamento in Cina porterà i primi correttivi alla monoposto. Speriamo di poter correre anche quest’anno una gran gara. Mi piace il primo settore, perché puoi scegliere diverse traiettorie nella prima curva a destra.

Ferrari: in Cina Leclerc con la PU del Bahrain

È un passaggio molto interessante in gara, perché vuoi restare fuori dall’aria sporca di chi sta davanti. È una pista che può essere impietosa sulla gomma anteriore sinistra, in gara devi assolutamente tenere d’occhio quella curva”, analizza Max.

DAI TEST LE PRIME SOLUZIONI 

Gomme, ma le posteriori, hanno condizionato il risultato in Bahrain. Mancanza di aderenza, un bilanciamento imperfetto. La tracciatura del circuito cinese sarà un banco di prova ancor più impegnativo.

Tombazis: 'Sorpassi in aumento del 50% per alcuni GP'

"Abbiamo ancora tante cose da imparare dalla macchina, siamo stati molto impegnati in fabbrica e speriamo di poter chiudere il gap in Cina.

GASLY SOFFRE PIÙ DI VERSTAPPEN

Una condizione, quella Red Bull, che non aiuta a esprimersi Pierre Gasly. Ha raccolto i primi punti in Bahrain, soffre le difficoltà tecniche e il rendimento finora è stato inferiore alle attese. “Dobbiamo mantenere i progressi compiuti da una gara all’altra e speriamo di poter trovare più prestazione e lottare per punti migliori. Siamo concentrati sulle aree nelle quali possiamo migliorare prima di correre il prossimo week end”, ha aggiunto il pilota francese.