Competitivi a Baku, con un passo gara buono per fare corsa sulla Ferrari. Da Barcellona, Red Bull, può ottenere molto di più del quarto posto maturato con Max Verstappen in Azerbaijan. La RB15 continuerà il percorso di sviluppo avviato in Cina, sono attesi interventi sulle ali, novità relegate quasi all'"ordinaria amministrazione" da Christian Horner.

Aggiornamenti per risolvere definitivamente le difficoltà di prestazione registrate sulle curve veloci. Fortissima, invece, nel guidato lento, che al Montmelò sarà nel terzo settore.

REALISTICO UN VERSTAPPEN-BIS?

Può coltivare ambizioni di vittoria? Sarà fondamentale una qualifica da prime due file per ripetere il successo del 2016 con Verstappen: “E’ la pista sulla quale ho vinto la mia prima gara in Formula 1, sarà sempre speciale per me. È una bella pista e tutti proviamo in inverno, speriamo quindi ci aiuti con il set-up sin da subito”, ricorda Max.

“Ovviamente le temperature saranno un po’ diverse e tutti porteranno nuovi pezzi sulle monoposto, sarà interessante capire quanto potremo essere competitivi”.

GP Spagna, Vettel e Leclerc con una Ferrari evoluta

Ecco, quanto vale Red Bull? Per vincere, soprattutto su piste come Barcellona, sulle quali la prestazione in qualifica è determinante, servirà valere Mercedes e Ferrari per mappature del motore. Honda ha introdotto in Azerbaijan un’evoluzione ritagliata sul rendimento in gara, restano ancora gli interrogativi sui numeri assoluti da far valere sul giro singolo della Q3, con un gap mediamente di 5 decimi rimediato nelle ultime due qualifiche di Baku e Shanghai.

“La cosa più importante per noi è continuare a massimizzare i risultati sebbene speriamo di continuare a chiudere il distacco dai leader del campionato, ha aggiunto Verstappen.

GASLY PER CANCELLARE I RICORDI INVERNALI

Barcellona evoca pessimi ricordi dei test invernali a Pierre Gasly, protagonista dell’incidente rinfacciato da Helmut Marko fino al GP di Cina, reo il pilota francese d’aver danneggiato il pacchetto aerodinamico destinato a Melbourne, nella penultima giornata di test, con le conseguenti verifiche finali mancate nell'insieme delle soluzioni tecniche.

Scetticismo Wolff: risultati troppo lusinghieri

Gasly reduce da una prestazione convincente in gara in Azerbaijan, macchiata dall’errore nelle prove libere, che lo ha costretto a partire dalla pitlane. Veloce e competitivo, dovrà dimostrare d’aver trovato la quadra nell’interpretare la RB15 e valere i tempi di Verstappen. “E’ un momento dell’anno avvincente perché in Spagna arrivano gli aggiornamenti e vedi i progressi fatti da ogni team. La squadra è stata sempre competitiva su questa pista, sono impaziente di capire le prestazioni che saremo in grado di esprimere.