Affidabilità anzitutto, così dopo aver sostituito la MGU-K a seguito dei problemi avuti in Bahrain – e quelli sofferti da Carlos Sainz in Australia – per i motorizzati Renault arriva un nuovo motore termico.

In pista, al venerdì mattina, va sulla macchina di Daniel Ricciardo, insieme al secondo turbocompressore e MGU-H. Il team lavorerà per introdurre la specifica evoluta anche sulla macchina di Nico Hulkenberg e le due McLaren, interventi che sono attesi in vista della giornata di sabato.

SVILUPPI RISOLUTIVI

Migliorare l’affidabilità è, al momento, l’obiettivo. Quando vedremo che sarà più affidabile potremo iniziare ad aumentare la potenza e fare tutte le cose che fanno gli altri in qualifica”, ha commentato Daniel Ricciardo, lasciando intendere evoluzioni sull’unità termica legate anche ai materiali impiegati. In Azerbaijan, in gara, entrambi i piloti Renault hanno girato con parametri di funzionamento meno spinti, fronte sul quale, a Barcellona, riporterà alla massima prestazione disponibile.

Renault chiamata a cambiar pagina dopo un inizio di campionato piuttosto deludente, soprattutto per i problemi di affidabilità, a limitare il bottino di punti. “Adesso dovremmo avere i problemi sotto controllo e non dovrebbero più ripetersi”, ha aggiunto Hulkenberg.

Libere 1 Spagna, Bottas precede le Ferrari

Sempre Ricciardo, sulle aspettative da questo week end, aggiunge: “Non si può cambiare tutto in una gara, però un buon inizio di questo week end potrebbe essere se entrambe le macchine potessero andare a punti, appena fuori dai primi 6. Sarebbe una grande iniezione di fiducia”.

MCLAREN CAMBIA AL SABATO

Corsa ai ripari che porterà a superare il limite di power unit utilizzabile in stagione, visto il ricorso alla terza unità per Hulkenberg una volta che verrà installata, prima delle libere 3. Lo stesso varrà per Carlos Sainz, già con 2 motori termici, turbo, MGU-H e MGU-K utilizzati finora, ai quali si aggiunge la seconda centralina elettronica installata prima delle libere 1.

Formula 1 2020, Carey conferma due GP in uscita

MOTORE TERMICO EVO SOLO SULLE SF90

In casa Ferrari, invece, l’introduzione della specifica evoluta interessa solo il motore termico, installato sulle due SF90 ma non sulle monoposto clienti, Haas e Alfa Romeo.