I dati, fonte Magneti Marelli, dicono di un circuito di Montreal che impegna la power unit in pieno per il 71% del giro, 14”5 sul solo rettilineo che dal tornante del Casinò porta all’ultima variante. Millecento metri sui quali sfruttare la spinta dei cavalli e il basso carico aerodinamico.

Condizioni che appaiono favorevoli alla Ferrari, ma questa Mercedes non può assolutamente darsi per penalizzata a priori. Ancor prima delle differenze di motore, il Gran Premio del Canada è destinato a premiare diverse condizioni aerodinamiche, il basso drag della SF90 può incidere più di quanto non potranno esserlo le differenze assolute di potenza dalla power unit.

LA NUOVA PU NON BASTA

Hamilton e Bottas avranno la specifica 2, motori freschi e con incrementi prestazionali quantificati da Lewis quali “piccoli”. Quanto a Valtteri, non attende una W10 in grado di eguagliare la SF90 sul dritto.

Live F1, prove libere 1 GP Canada in diretta dalle ore 16:00

Non pensiamo sia ancora sufficiente l’evoluzione che introduciamo per eguagliare la velocità sul dritto della Ferrari. Avranno un vantaggio su questo punto ma noi avremo i nostri punti di forza in altre aree.

Penso che il motore arrivi al momento giusto, perché il primo andava verso la conclusione del proprio ciclo vitale, quindi avevamo bisogno sicuramente di un motore nuovo.

Vettel GP Canada: "La svolta deve iniziare prima della pausa estiva"

È bello avere qui gli aggiornamenti piuttosto che a Monaco, qui il motore è un fattore che conta di più, perciò la tempistica è buona.

Dovremo vedere come funziona e quanto vantaggio porterà rispetto all’altro, ha commentato il pilota finlandese.

NON TEMO NULLA

Pista breve, conta l’efficienza in rettilineo quanto la trazione e il passaggio sui cordoli, aree della prestazione alle quali indirettamente allude Bottas quando dice: “È una pista molto corta, sarà una battaglia ravvicinata, ci sono pochi punti dove fare la differenza e sono sempre state battaglie molto ravvicinate tra me e Lewis in qualifica.

Mi aspetto sia una questione di centesimi, forse millesimi, dovrò far sì che siano a mio favore, molto starà a me, dovrò trovarli nelle prove, trovando un assetto perfetto, sono positivo e non vedo l’ora”.

Norris replica a Hamilton: ha debuttato in una F1 più facile

Indica il confronto interno, una competitività assoluta dimostrata in qualifica e il bisogno, adesso, di interrompere la serie di vittorie iniziata da Hamilton e non lasciare che prenda il largo in classifica, dove può contare su 17 punti di vantaggio. “È ancora troppo presto per aver paura che Lewis scappi, ho la velocità e non devo avere paura di niente.

Dobbiamo prendere una gara per volta. So che, continuando ad andare come sto facendo, a migliorare, andrà bene e la stagione è molto lunga”.