Quando nelle qualifiche di Montreal ha tagliato la esse di curve 8 e 9, Charles Leclerc ha fatto temere una sanzione: è vero che per una manovra identica non erano stati penalizzati né Magnussen né Norris, ma quelle erano prove libere. Alla fine (la decisione è stata presa ben 4 ore dopo il fatto) è stato deciso di annullare il crono di quel run. Ciò non ha inciso sul miglior tempo in Q3 che dava a Charles la terza posizione di partenza, dunque confermata.

Un risultato notevole, ma che naturalmente è stato offuscato dalla pole di Vettel e che comunque risente di un lungo al tornante nel giro decisivo. Leclerc commenta così la situazione: «Il risultato di oggi è fantastico per il team e faccio le congratulazioni a Sebastian per la pole position. Oggi è stato superveloce riuscendo a mettere in atto il giro perfetto. Se la merita».

Charles aveva lamentato di non essersi "trovato" con la macchina in Q3 così come invece in Q1, e al riguardo aggiunge: «Per quel che mi riguarda, devo migliorare la mia capacità di interpretazione del mutare delle condizioni della pista, così da poter dare il meglio quando conta, e quindi nel Q3. Analizzerò bene la sessione di oggi (sabato, ndr) e spero che saprò fare meglio già dalle qualifiche della prossima gara».

E per quanto riguarda il modo di affrontare questo GP? Iniziare alle spalle di Hamilton con una Ferrari molto veloce negli allunghi di Montreal, offre interessanti possibilità di sorpasso… «Partire dalla terza posizione mi offre un’ottima opportunità per la corsa: sarà interessante poter combattere da vicino con i nostri rivali. Spingeremo al massimo per tutta la gara cercando di portarci a casa un bel risultato», conferma infatti Leclerc.