La vittoria di Verstappen è ancora sotto investigazione, ma una cosa è certa: per la prima volta in stagione, la Mercedes non ha messo in pista la solita vettura dominante.

W10 in crisi con le temperature, non a suo agio sui saliscendi del Red Bull Ring e Hamilton, per una volta, comparsa e non attore protagonista. E anche costretto a cambiare ala anteriore dopo averla danneggiata in seguito a un passaggio troppo aggressivo sui cordoli.

I punti conquistati e il vantaggio che può amministrare in classifica, contribuiscono a rendere meno amaro il weekend austriaco. Un passaggio a vuoto che, in stagione, può starci: “Non credo ci sia bisogno di cancellare la gara - Ha detto Hamilton - Ho fatto il quinto posto ho portato punti a casa, voltiamo pagina”.

Per il britannico, il problema vero è stato solo uno: lo scarso feeling tra la Freccia d’Argento e la pista austriaca, rivelato anche dai problemi di surriscaldamento sulla W10: “Per quanto ne so io,  questo problema gli altri non l’hanno avuto, noi sì. Avevamo un buon passo, ma non abbiamo potuto competere con gli altri per questioni legate a questa pista. Questo è stato il limite della nostra macchina questo weekend”.