Il futuro di Silverstone, il rinnovo di contratto per ospitare ancora la Formula 1, sembra essere al punto di svolta. Chase Carey parteciperà a una conferenza stampa con il direttore generale del circuito, Stuart Pringle, e il presidente del BRDC, organizzazione proprietaria del tracciato, John Grant.

Si attende l’annuncio di un nuovo accordo, dopo l’attivazione della clausola d’uscita nel 2017 da parte dell’organizzatore. Fino alla scorsa settimana, Pringle restava fermo sulla linea della Formula 1 non a tutti i costi. Le trattative con Liberty Media vanno avanti da due anni e, tra i timori a rallentarne i progressi, recentemente, la possibilità di un futuro Gran Premio a Londra, che andrebbe a intaccare le presenze, record, registrate annualmente a Silverstone.

F1, McLaren conferma Norris: coppia con Sainz nel 2020

La sostenibilità finanziaria sempre richiamata dai vertici del circuito passa dalla riduzione dei diritti corrisposti alla FOM, un contratto che sia meno oneroso rispetto alle condizioni sottoscritte con Ecclestone; servono, però, anche garanzie di “esclusività”, che tutelino Silverstone da una possibile concorrenza di un appuntamento a Londra.

Nel primo pomeriggio si scopriranno le mosse di Liberty Media e di Silverstone, quale futuro attende il circuito e la Formula 1 nel Regno Unito.

Sterzi a parte: Il libro che Enzo Ferrari non sapeva di aver scritto

Insieme a Monza potrebbe diventare il secondo degli appuntamenti in bilico, in prospettiva 2020, a trovare un accordo per la permanenza in calendario. Ancora da definire la sorte dei Gran Premi di Spagna, Germania e Messico.