«Mi aspettavo una lotta eccitante in queste qualifiche – esordisce Lewis Hamilton dopo la fine e dopo l'ottenimento della quarta pole stagionaleinvece le Ferrari sono mancate e non so cosa gli sia successo. Non posso immaginare quanto saremmo stati vicini, ma sono stati veloci per tutto il weekend…». Intanto inizia nel modo migliore in prospettiva di gara: «La posizione in griglia è parecchio importante qui, per cui sono contento di partire dalla pole e spero di poter stare davanti domani», aggiunge infatti Lewis.

È stato il modo migliore, per adesso, di festeggiare al meglio con la squadra Mercedes i 125 anni di gare e il 200° GP, con i componenti del team agghindati per celebrare la ricorrenza. Ma come è maturato questo giro di pista che ha assicurato la pole? «La macchina era a posto e sono stato contento già del mio primo giro in Q3, in cui ho perso qualcosa solo in curva 8. Ma è stato stupendo come riuscivo a fare in pieno curva 1 e curva 12». Un giro che è stato sufficiente, perché poi Hamilton non ha migliorato giusto per 26 millesimi al secondo run.

Tutti gli altri sono rimasti a più di 3 decimi, a partire da Max Verstappen, con Valtteri Bottas dietro all'olandese per soli 16 ms: «Non mi sono trovato bene con i freni – spiega il finlandese – soprattutto nelle tre principali staccate di curva 2, 6 e 8. Ma se la sessione non è stata granché, partire 3° non è un disastro: dovremmo sistemare il problema e vedremo se pioverà».