I festeggiamenti per i 125 anni nel motorsport non potevano iniziare nel modo migliore, con la pole, in casa, a sancire il dominio assoluto che il team Mercedes continua a mettere in mostra dall’alba dell’era turbo ibrida della Formula 1.

Perché la festa sia completa, però, manca un avversario: forte, di valore, quello da battere per mettere l’ulteriore sigillo al successo.Le vittorie sono rese importanti dalla forza di chi arriva secondo, Wolff lo sa, e con la Ferrari venuta clamorosamente a mancare in qualifica, ha dichiarato: È un peccato per la Ferrari, un peccato per Sebastian nel suo GP di casa. Abbiamo davvero bisogno di lui qui per per i tifosi. La Ferrari è malata e ha bisogno di cure. Abbiamo bisogno di loro per avere un campionato competitivo”.

Il team principal delle Frecce d’Argento ha poi chiuso parlando della qualifica dei suoi: “Sono felice per il nostro risultato perché la sessione è iniziata in maniera terribile, non capivamo dove stessimo perdendo ritmo. Lewis ha fatto un giro incredibile, se le temperature rimangono così, si tratta di gestire e arrivare alla fine con la giusta strategia. Penso che anche Bottas abbia buone possibilità”.