Non è un anno facile quello che sta vivendo Pierre Gasly. La scuderia di Milton Keynes ha appena annunciato tramite il suo profilo Twitter ufficiale che una volta finita la pausa estiva della Formula 1, e quindi dal prossimo Gran Premio del Belgio sul circuito di Spa, non correrà più con la Red Bull.

Il primo settembre quindi il pilota francese sarà al fianco di Daniil Kvyat in Toro Rosso, team che aveva lasciato poco meno di un anno fa: il 20 agosto 2018 quando, dopo un'avventura durata per ben due anni, prese il posto di Daniel Ricciardo. Il posto di Gasly in Red Bull verrà preso da Alexander Albon, promosso ai piani alti con un passaggio del testimone proprio dalla Toro Rosso.

Formula 1: ecco la situazione delle scuderie a metà campionato

Una decisione non semplice, ma che non stupisce visto che nel 2016 fu Kvyat a esser retrocesso per dare spazio proprio ad un giovanissimo e talentuoso Verstappen. In ogni caso servirà al team per capire chi dei due potrà fare coppia fissa con Verstappen la prossima stagione. 

Gasly attualmente nel Mondiale è 6° nella classifica Piloti con 55 punti (mentre Verstappen è a quota 136), e ha registrato il suo miglior piazzamento a Silverstone con il 4° posto lo scorso 14 luglio. Dal canto suo invece Albon in 12 GP corsi ha totalizzato 16 punti.

GP Belgio: Albon con la Red Bull 

La Red Bull ha comunicato lo scambio Gasly-Albon tramite il suo profilo Twitter:

"Alexander Albon viene promosso e guiderà al fianco di Max Verstappen, mentre Pierre Gasly tornerà alla Scuderia Toro Rosso. La Red Bull è nella posizione unica di avere sotto contratto quattro talentuosi piloti che possono essere ruotati. Il team utilizzerà le prossime nove gare per valutare le prestazioni di Albon al fine di prendere una decisione su chi guiderà al fianco di Verstappen nel 2020".

Il nuovo Sterzi a Parte: In Ferrari ci vuole il Grande Bastardo