Dopo una Spa rigenerante ci sono le premesse per una Monza da apoteosi Rossa. Si può fare ancora meglio, domenica, rispetto al risultato del Belgio, dove Sebastian Vettel ha incontrato qualche difficoltà di troppo nel gestire al meglio le gomme e portare a casa la doppietta. Essenziale il ruolo di Seb nell’arginare per alcuni giri Hamilton. Essenziale trovare, nel GP d’Italia alle porte, lo stesso rendimento centrato da Leclerc.

Regalare la seconda gioia stagionale ai tifosi è l’obiettivo da non mancare, tanto è favorevole Monza alle caratteristiche della SF90. “Presentarsi al nostro Gran Premio di casa dopo la vittoria di Spa-Francorchamps è senza dubbio il modo migliore per arrivare a Monza, soprattutto per ringraziare i tifosi che tanto ci hanno supportato in questa stagione, fin qui non delle più facili”, ha raccontato Mattia Binotto.

Leggi anche: Wolff: Monza non è ideale per Mercedes

La sfida unica del week end si giocherà sì sulle velocità massime, sulla spinta della power unit, tanto, anche, nell’affrontare le varianti e in trazione.

Sterzi a parte: Binotto regala a Wolff il cappotto di Kemmel

LA POWER UNIT 3 SALE SULLA SF90

Dopo aver introdotto la specifica evoluta di motore in Belgio sulle due Haas e l’Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi, toccherà a Leclerc e Vettel ritrovarsi con un motore fresco e nell’ultimo step dello sviluppo stagionale. “Ci troviamo ad affrontare un circuito dalle medie molto elevate caratterizzato da lunghi rettilinei e violente frenate, sul quale si utilizza un pacchetto a basso carico aerodinamico.

In questo fine settimana prevediamo di introdurre la nostra terza unità di power unit”, la conferma di Binotto.

Leggi anche: ACI firma con il Consorzio di Monza, ora rinnovo F1

ZERO MARGINI D'ERRORE

GP d’Italia nel segno del “90”, tante le edizioni che si celebreranno domenica e non solo: “Il GP di casa è sempre un appuntamento importante ma lo è ancora di più quest’anno, dal momento che celebriamo i 90 anni di Scuderia Ferrari.

Correre davanti ai nostri tifosi ci dà sempre una spinta in più e una motivazione ulteriore a fare bene. Dopotutto non c’è un podio più bello di quello di Monza così come non esiste un pubblico migliore di quello italiano.

Abbiamo visto in Belgio che per vincere dobbiamo essere perfetti su ogni fronte e il nostro impegno è fare altrettanto anche a Monza. Non ci sarà margine di errore”.