Quarta pole position in stagione, come Hamilton, come Bottas. La seconda consecutiva dopo Spa. Leclerc sta vivendo un magic moment e davanti al pubblico italiano si prende la partenza dal palo in un modo, quanto meno, originale.

Tempo, 1.19:307, fatto nel primo tentativo, perché nel secondo run è successo qualcosa di incredibile, un po’ il replay di quanto visto in F3.

Ha vinto la tattica, ha perso lo spettacolo. Le vetture hanno lasciato la pit lane quando mancavano 1:40 allo scadere dei 10 minuti della Q3, ma nessuno si è messo a tirare per evitare di dare scie agli avversari.

Un gran casino, che ha portato il gruppo a procedere lentamente, fino allo scadere del tempo e addirittura 7 piloti su 10 hanno preso bandiera, non potendo quindi lanciarsi per il proprio giro.

Leclerc e Sainz sono stati gli unici a transitare sul traguardo in tempo utile, ma il ferrarista, con la pole in tasca, ha alzato il piede per risparmiare vettura e gomme.

“E’ davvero incredibile - Ha dichiarato Charles - Già lo è stato mercoledì a Milano e oggi, vedere così tante persone, è davvero fantastico. Sono felice per la pole, ma è davvero un peccato che alla fine ci sia stato quel gran casino, speravo di poter fare un ultimo giro, ma alla fine è stato sufficiente il primo”.

Poi, rivolto alle tribune: “E’ un onore essere in pole davanti a voi!".

Come si suol dire, i punti si assegnano la domenica. In vista della gara, Leclerc appare fiducioso: “Dalle simulazioni di gara fatte venerdì, abbiamo un buon passo e ci aspettiamo una gara positiva. Ci siamo riusciti a Spa, proviamo a ripeterci anche qui”.