Giornata movimentata dalle numerose bandiere rosse, l'ultima dei test precampionato a Barcellona, ma con molte cose da dire anche per chi di rosso ha la monoposto. Raikkonen segna il miglior tempo di tutti i test, un 1'18"634 ottenuto con supersoft che stacca Verstappen di 0"804 a parità di mescola. Purtroppo per il finlandese c'è anche da registrare un inatteso stop nel corso della simulazione di gara, ma poi è riuscito a tornare in pista completando 111 giri. Molto bene anche l'altra squadra italiana, la Toro Rosso, che piazza Sainz 3° a 1"203 (ultrasoft): anche in questo caso c'è stato uno stop in pista, ma risolto altrettanto rapidamente, così da totalizzare ben 132 giri. In questo computo svetta anche Stroll, 132 giri anche per lui che valgono molta esperienza.

Stranamente incerta la giornata Mercedes, che non svetta né cronometricamente né chilometricamente: Bottas 4° a 1"211 (soft) e Hamilton 5° a 1"216 (ultrasoft). Non male la Renault, poco più in là con Hulkenberg (6° a 1"251) e con Palmer (8° a 1"571). Fra i due si inseriscono Perez e la Force India, staccati di 1"482 dal vertice. Non abissale nemmeno il distacco di Stroll, 9° a 1"701, considerando che ha puntato sulla distanza e che ha ottenuto il suo crono su gomme soft.

Ancora troppi problemi (in realtà è sempre lo stesso che si ripete) per la McLaren di Alonso, ma anche Haas e motori Renault non ne sono stati immuni. Si spera per tutti che questi test abbiano almeno offerto dei riscontri che permettano di risolvere tutto per quando il Circus della Formula 1 tornerà in pista, vale a dire il prossimo 24 marzo per le prime prove libere di Melbourne.

La cronaca con Twitter

Introduzione

Per i test prestagionali che la Formula 1 conduce a Barcellona, questa è la giornata finale: l'ottava complessiva, la quarta se si considera solo il turno di questa settimana. In ogni caso la massima categoria delle monoposto la rivedremo poi in pista solo all'inizio delle prove del GP d'Australia, vale a dire il prossimo 24 marzo. In questa occasione odierna, i piloti che vedremo guidare saranno Raikkonen per la Ferrari, Verstappen per la Red Bull, Perez per la Force India, Alonso per la McLaren, Sainz per la Toro Rosso e Grosjean per la Haas. Come sempre la Mercedes suddividerà l'attività fra Bottas e Hamilton; vedremo se faranno lo stesso anche altre squadre. Per esempio la Renault potrebbe riservare la giornata solo a Hulkenberg, visto che non l'ha fatto guidare giovedì; è altresì possibile che la Sauber faccia guidare entrambi i titolari, Wehrlein ed Ericsson, come fatto nelle tre giornate precedenti; è infine possibile che la Williams faccia guidare solo Stroll, per recuperare la giornata in cui aveva guidato solo Massa (martedì). In ogni caso, come sempre si deciderà anche sul posto, in base alle situazioni e alle necessità del momento, per cui queste previsioni non sono da prendere in senso assoluto.