La sessione più indicativa di prove in Bahrain, la seconda (per via degli orari serali coincidenti con quelli di qualifiche e gara), si chiude con le Ferrari davanti a tutti. In particolare brilla ancora Raikkonen che precede Vettel di 11 ms grazie al crono di 1'29"817 e nonostante abbia dovuto fermarsi anticipatamente in pista per una ruota anteriore mal fissata.

Seconda fila virtuale per le Mercedes staccate di 0"563 e 0"655, Bottas e Hamilton rispettivamente: vi è la complicità di piccoli errori di guida, ma va detto che anche nei long run si sono per adesso dimostrate meno veloci, seppur in misura troppo ridotta per dare tutto come definito e non rimediabile.

Terza fila per le Red Bull, staccate nella simulazione di qualifica a 9 decimi e con Verstappen davanti a Ricciardo per soli 6 millisecondi. Il divario con gli inseguitori è di mezzo secondo, ma poi sono tutti ravvicinati. Guida il gruppo Hulkenberg seguito da Gasly per 12 ms e quindi Alonso per 62 ms. Vandoorne chiude la top10 precedendo Grosjean e Sainz (1 centesimo tra i due).

Appuntamento con la prossima sessione in pista per le ore 14 del sabato (italiane) con l'ultima ora di prove libere prima delle qualifiche, che saranno invece alle 17.

GP DEL BAHRAIN: I TEMPI DELLE LIBERE

Introduzione

Iniziano alle ore 17 italiane (le 18 locali) le prove serali a Sakhir: una seconda sessione particolarmente importante perché si disputa con gli stessi orari (e quindi le stesse condizioni ambientali) di qualifiche e gara, che ricordiamo si disputeranno al calar del sole. In ogni caso vedremo direttamente cosa succederà effettivamente in pista, e cosa farà Verstappen dopo che praticamente non ha girato nelle prime libere, grazie come sempre alla nostra cronaca "live" in parallelo con Twitter (@autosprintLIVE).

La cronaca con Twitter