L'ultima ora di prove libere a Sakhir, per quanto poco indicativa, ha comunque visto brillare Raikkonen con l'unico crono sotto 1'30", vale a dire 1'29"868, quando invece Vettel ha avuto qualche problema di troppo: prima un deflettore mal fissato, poi inconvenienti di erogazione. Ma sembra tutto ok per le prossime qualifiche. La Mercedes non si impegna più di tanto e così a seguire per poco più di mezzo secondo troviamo le due Red Bull di Verstappen e Ricciardo, con Hamilton, Vettel e Bottas a seguire tra 8 e 9 decimi di distacco.
Pur se anch'essa non del tutto indicativa date le differenze ambientali che vi saranno nelle qualifiche e in gara (alle 17) è stata interessante la lotta alle spalle, nella quale si sono messe in evidenza sotto la bandiera a scacchi le Renault di Hulkenberg e Sainz, a precedere Gasly e Alonso. Il recupero Toro Rosso sarebbe certificato anche da Hartley appena fuori dalla top ten, a precedere Grosjean e le Force India. Promette bene per lo spettacolo il fatto che tra Nico 7° e Stoffel 17° vi sia uno scarto contenuto in 0"716. In coda e più staccate però le Williams.

Introduzione

Inizia alle ore 14 italiane (le 15 locali) l'ultima ora di prove libere prima delle qualifiche (alle 17) per il GP del Bahrain a Sakhir, che seguiremo come di consueto con la nostra cronaca diretta mediante l'account specifico su Twitter @autosprintLIVE.
Vedremo se la Ferrari continuerà a svettare oppure se Mercedes e Red Bull avranno recuperato rispetto a ieri. Fermo restando che si tratta di una sessione non troppo indicativa, in quanto si disputa in pieno pomeriggio quando invece qualifiche e gara saranno verso il tramonto, con ovvie differenze ambientali.

La cronaca con Twitter