Resistendo per 39 giri con le gomme soft e facendo trattenere il respiro per il recupero finale di Bottas, alla fine Vettel riesce a gestire perfettamente la gara fino alla bandiera a scacchi ottenendo una bellissima vittoria per 0"699 su Valtteri. Solo 3° Hamilton a 6"5, sfortunati Raikkonen (malaugurato pit-stop in cui ha travolto un meccanico che ha rimediato la rottura di una tibia), Ricciardo (black-out elettrico) e Verstappen (foratura per contatto con Hamilton). 

Agli inseguitori è diventato così disponibile un 4° posto che è stato agguantato splendidamente da Gasly e dalla Toro Rosso (nonché da Honda), riuscito a sopravanzare Magnussen di quasi 13 secondi. Più staccati Hulkenberg 6° e (doppiati) Alonso, Vandoorne, Ericsson e Ocon. Inaspettata ma meritata la posizione a punti della Sauber con lo svedese. 

Ora c'è una settimana di tempo prima del prossimo GP, quello in Cina del 15 aprile a Shanghai, sempre con la nostra cronaca diretta. 

GP DEL BAHRAIN: ORDINE DI ARRIVO

 

La cronaca con Twitter