Red Bull ancor più efficace nella seconda sessione di prove libere a Baku, e così Ricciardo risulta il più veloce di tutti sia nei long run che in simulazione di qualifica, dove arriva a 1'42"795, mentre Verstappen è 3° a 0"116. Tra i due si inserisce un ottimo Raikkonen, 2° per 69 ms, mentre Vettel commette un errore quando monta le ultrasoft e non va oltre il 11° crono. Seguono le due Mercedes, anche stavolta con Bottas a precedere Hamilton (0"775 e 0"808 i rispettivi distacchi dal vertice).

Tra "gli altri" il più veloce è Alonso, 6° a 0"905 dal vertice. Da considerare che tra lo spagnolo e Perez 12°, c'è uno scarto di soli 442 millesimi. In questo piccolo spazio troviamo Ocon a seguire 7° per 114 ms, quindi Sainz 8° a ulteriori 20 ms, Magnussen 9° per 143 ms e Hulkenberg 10° per altri 114 ms. Appena fuori dalla top ten è, come scritto, Vettel per 36 ms dall'altro tedesco.

Problemi di cambio hanno invece bloccato Ericsson, ma oltre a svariati lunghi non si registrano altri problemi tecnici o incidenti, anche se resta da investigare il rientro ai box lentamente effettuato da Verstappen proprio a fine sessione. Vedremo di cosa si tratterà, ricordando che il ritorno in pista è previsto con le ultime prove libere domani a partire dalle ore 12 italiane, sempre con la nostra cronaca diretta a seguire il tutto.

QUI TUTTI I RISCONTRI DELLE PROVE A BAKU

 

La cronaca con Twitter