La prima sessione di prove libere a Barcellona è stata caratterizzata da svariati errori e testacoda, dovuti sia al vento sia al fondo difficile soprattutto appena fuori dalle traiettorie, tanto da causare due virtual safety car (per gli incidenti prima di Ricciardo e poi di Stroll). Inoltre questa fase è stata dedicata soprattutto a test di tipo aerodinamico, per verificare gli effetti degli aggiornamenti che molti hanno portato in pista.

In ogni caso, nella lista dei giri veloci troviamo davanti Bottas che segnando 1'18"148 su gomme soft ha preceduto Hamilton di 0"489. Ma va detto che l'inglese ha girato soprattutto con le medie. È invece su supersoft che Vettel ha il 3° crono a 0"950, ma in questo caso ricordiamo che il miglioramento rispetto alle soft è stato limitato. A complicare il riscontro "gommistico", sotto la bandiera a scacchi Verstappen si è portato 4° (a 1"039) con gomme medie, precedendo così Raikkonen, 5° a 1"351 (supersoft).

Con Ricciardo fermo al 7° posto per l'incidente in cui ha toccato le barriere danneggiando il frontale, bene le McLaren: Alonso è 5° con 1'19"858 e Vandoorne 9° a 0"225 dal compagno di squadra. Tra i due c'è Grosjean 8° a 48 ms da Alonso, mentre la top ten è chiusa da Gasly staccato di 6 decimi e mezzo: per adesso la Toro Rosso sembra meno in crisi rispetto a certe gare precedenti, ma Hartley è 18° (molti aerotest però per lui). All'11° posto troviamo Magnussen che è finito sotto investigazione per aver ostacolato malamente Leclerc. Ma il monegasco può essere soddisfatto per il 12° crono, con Ericsson che completa un buon riscontro Sauber con il 14°. Tra i due Perez.

Ricordiamo che la seconda sessione di prove libere a Barcellona sarà alle ore 15.

TUTTI I RISCONTRI DELLE PROVE A BARCELLONA

Introduzione

Inizio alle ore 11 italiane (e pure spagnole: il fuso orario è lo stesso) per la prima sessione di prove libere in preparazione al GP di Spagna, quinta prova del Mondiale F1 2018. Prove che noi seguiremo come di consueto con la nostra cronaca diretta tramite il canale Twitter dedicato @autosprintLIVE.

È la prima occasione di correre in Europa per questa stagione, sul consueto circuito di 4.655 metri di Montmelò che già aveva ospitato i test precampionato. Stavolta però la disponibilità di gomme sarà limitata alle tre mescole decise da Pirelli, vale a dire medium, soft e supersoft: si tratta dunque di uno step nominale, ma due reali (a parità di "colore" le gomme 2018 sono più soffici di quelle 2017) verso mescole più morbide rispetto allo scorso anno. Vedremo se ciò, unitamente alla nuova superficie della pista, porterà a variazioni della competitività dei vari team. Come pure quanto influiranno le novità tecniche e gli aggiornamenti, che sono attesi numerosi.

In questa occasione avremo per la prima volta quest'anno una "terza guida" impegnata in FP1: si tratta nientepopodimenoche di Robert Kubica, che sarà momentaneamente al volante della Williams, al posto di Sirotkin.

La cronaca con Twitter