Sempre una Mercedes al vertice nelle prove del GP Spagna, anche al termine della seconda sessione, ma stavolta è quella di Hamilton che ha fatto segnare 1'18"259. A seguire sono le due Red Bull di Ricciardo (a 133 ms) e di Verstappen (a 274 ms). Poco più in là troviamo quindi 4° Vettel staccato di 0"326 e Bottas a seguire per ulteriori 26 ms. Sesto è Raikkonen (a 0"570) per il quale però la questione più significativa di questo turno è l'essersi dovuto fermare per problemi alla power unit: vedremo più avanti di cosa si tratterà e con quali conseguenze tecniche.

Nonostante un'uscita iniziale, alla fine tra "gli altri" svetta Grosjean con il 7° tempo, appena davanti (di 64 ms) al compagno di squadra Magnussen. Bene Vandoorne a 0"143 da Grosjean e davanti ad Alonso per 0"313 (ma lo spagnolo, 12°, ha usato solo gomme medie in questa sessione) mentre Perez a 0"383 dal 7° completa la top ten appena davanti (62 ms) ad Ocon.

In attesa della nostra analisi complessiva della giornata, ricordiamo che il prossimo turno (finale) di prove libere sarà domani alle ore 12, sempre seguito dalla nostra cronaca diretta.

QUI TUTTI I RISCONTRI DELLE PROVE A BARCELLONA

Introduzione

Iniziano alle ore 15 (italiane e locali) le prove pomeridiane a Montmelò: una seconda sessione che darà certo maggiori indicazioni sulla competitività delle varie macchine dopo i "dispersivi" aerotest conseguenti agli aggiornamenti visti nella prima sessione, che però richiedono ulteriore messa a punto alla ricerca di un corretto bilanciamento delle monoposto. In questo turno vedremo quindi i primi veri tentativi di giro veloce e simulazioni di qualifica con le Pirelli più morbide disponibili, le supersoft. Sarà però importante capire come si comporteranno anche le soft e le medium con fondo più gommato. In ogni caso vedremo direttamente cosa succederà effettivamente in pista, grazie come sempre alla nostra cronaca "live" in parallelo con Twitter (@autosprintLIVE).

La cronaca con Twitter