Hamilton non concede nulla a nessuno e domina il GP a Montmelò, guidando la gara dall'inizio e concedendo il comando solo in occasione del pitstop. Poco da dire su una gara perfetta, al contrario di quella di Vettel che prima quasi perde il 2° posto (guadagnato bene in partenza) a favore di Bottas in occasione del primo cambio gomme, poi cede anche il 3° a Verstappen effettuando un'altra sosta sotto VSC. Non c'è stato verso di superare l'olandese nonostante avesse danneggiato l'ala anteriore tamponando Stroll sotto VSC. Quinto al traguardo Ricciardo che ha però il giro veloce in gara, e nulla da fare per Raikkonen, costretto al ritiro per un problema al motore: fatto preoccupante perché è il secondo del weekend. 

Dopo l'incidente al via (in curva 3) in cui si sono scontrati Grosjean (finito in testacoda), Hulkenberg e Gasly, tra i rincalzi tutti doppiati svetta con solidità Magnussen 6°. mentre Sainz 5° riesce a precedere di poco Alonso a causa di problemi tecnici nel finale di gara. La top ten viene completata da Perez (buona gara dal 15° posto in griglia) e soprattutto da un ottimo Leclerc che ha ben gestito tutte le fasi di gara senza strafare, arrivando così per la seconda volta in zona punti. 

Ci rivediamo dunque per il prossimo GP a Montecarlo tra un paio di settimane, ricordando che in quella occasione le prime prove saranno, come da tradizione, al giovedì anziché al venerdì. 

GP di SPAGNA: L'ORDINE DI ARRIVO

La cronaca con Twitter