La pioggia arriva proprio nella fase finale delle qualifiche e chi ne approfitta meglio di tutti, sia come piede che come tempismo, è Lewis Hamilton che così partirà dalla pole nel GP del Belgio grazie al crono di 1'58"179. Tempi record fino a quel momento per la Ferrari, ma sul bagnato Vettel non trova il giro perfetto e si deve accodare per 0"726, mentre Raikkonen deve rientrare ai box quando la pista sta ancora migliorando e così non può andare più in là del 6° posto.

Ottimo tempismo anche da parte Force India, che conquista l'intera seconda fila con Ocon 3° e Perez 4°, staccati tra loro di 43 millesimi e riusciti a precedere Grosjean 5° a 3 decimi. Male nell'occasione anche le Red Bull, dietro a Raikkonen e davanti solo a Magnussen e Bottas (Valtteri è comunque penalizzato e partirà in ultima fila).

Poteva forse andare meglio ma non è nemmeno brutta la posizione delle Toro Rosso e delle Sauber, che seguono con Gasly, Hartley, Leclerc ed Ericsson nell'ordine. Decisamente peggio invece per Sainz escluso già in Q1 assieme alle McLaren di Alonso e Vandoorne, mentre le Williams non partiranno ultime solo per via delle penalità a Bottas e Hulkenberg.

Ricordiamo che la gara partirà domani alle 15,10 sempre accompagnata dalla nostra cronaca diretta.

QUI TUTTI I RISCONTRI DELLE QUALIFICHE A SPA

La cronaca con Twitter